Efficientamento energetico: migliorare i consumi è possibile

Efficientamento energetico: migliorare i consumi è possibile

Efficientamento energetico: migliorare i consumi è possibile

Come ridurre la quantità di energia richiesta per fornire prodotti e servizi e salvaguardare l’ambiente

Oggigiorno, l’energia è responsabile di quasi l’80% delle emissioni di gas serra, di conseguenza il suo consumo rappresenta una delle principali cause dell’aumento del riscaldamento globale. Eppure, numerose ricerche e studi hanno dimostrato la capacità di migliorare il consumo di energia attraverso interventi e azioni di efficientamento energetico, in particolare nell’edilizia e nell’industria. Il “pacchetto clima-energia 20-20-20” varato dall’Unione Europea dopo il Protocollo di Kyoto, prevedeva entro tutto il 2020 di ridurre le emissioni di gas serra del 20 %, di alzare al 20 % la quota di energia prodotta da fonti rinnovabili e di ridurre del 20% i consumi energetici. Questa capacità, purtroppo, è ancora sotto utilizzata sebbene, su una semplice scala europea, farebbe risparmiare più di 150 miliardi di Euro all’anno.

Efficientamento energetico per un futuro sostenibile

L’efficienza energetica consiste nell’utilizzare meno energia ricevendo la stessa qualità di servizio. È la capacità di un sistema di sfruttare al meglio l’energia per il proprio fabbisogno, il suo funzionamento e il raggiungimento di obiettivi di risparmio energetico ed economico. Ridurre la quantità di energia richiesta per la fornitura di prodotti e servizi ha, inoltre, un minore impatto in termini di inquinamento ambientale ed atmosferico.

Il risparmio energetico si ottiene grazie a tutti quegli interventi volti a ridurre i livelli di consumo, anche a parità di servizio, attraverso il taglio degli sprechi e l’ottimizzazione dell’uso delle fonti di approvvigionamento e un impiego razionale dell’energia, come l’adozione di comportamenti virtuosi nell’utilizzo di elettrodomestici e impianti, o come, ad esempio, la sostituzione delle lampade ad incandescenza, molto energivore, con i LED o le lampade fluorescenti con la stessa qualità di illuminazione ma dal consumo ridotto.

Ad aumentare il risparmio energetico di un immobile concorrono anche importanti opere di ristrutturazione edile volte ad un miglior isolamento termico quali:

  • la coibentazione delle pareti o delle coperture
  • la sostituzione degli infissi
  • l’installazione di pannelli solari o di altri impianti che permettono di produrre o consumare fonti rinnovabili o la sostituzione di impianti di vecchia generazione (impianti di climatizzazione, caldaie e altre apparecchiature) con altri ad alta efficienza energetica
  • l’installazione dei relativi dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti

In alcuni casi, il risparmio energetico può addirittura migliorare la qualità del servizio. Negli ultimi anni è stato spesso associato al concetto di smart energy o smart grid – l’insieme di reti elettriche e di tecnologie che, grazie allo scambio reciproco di informazioni, permettono di gestire e monitorare la distribuzione di energia elettrica da tutte le fonti di produzione e soddisfare le diverse richieste di elettricità degli utenti collegati, dei produttori e dei consumatori in maniera più efficiente, razionale e sicura.

Bisogna dire che le iniziative che puntano a rimuovere i fattori che condizionano il consumo energetico e che mirano a moderare gli sprechi e i consumi inutili e ad un minor impiego di energia, possono non coincidere con un miglioramento dell’efficienza energetica. Il risparmio vero e proprio si ottiene solo migliorando l’efficientamento energetico, che punta a diminuire tutti quei costi, diretti e indiretti, economici, sociali ed ecologici, indotti dalla produzione, dal trasporto e dal consumo di energia.

Incentivi e sgravi fiscali per la riqualificazione energetica

L’efficientamento energetico può riguardare edifici privati, pubblici, complessi aziendali e attività ed è quell’insieme di operazioni che permettono di contenere i consumi energetici sfruttando le fonti energetiche in modo ottimale. Le soluzioni per lavorare in questa direzione, poste come obiettivi dalle norme europee, sono numerose, sono state così pubblicate strategie, direttive e politiche per rafforzarne l’attuazione.

Il Ministero dello Sviluppo Economico Italiano, nello specifico, per tutte le iniziative che promuovono la riqualificazione energetica degli edifici e la riduzione delle bollette elettriche e del gas prevede il riconoscimento di alcuni incentivi e sgravi fiscali dal 50% fino al 75%. L’efficientamento energetico è, pertanto, un investimento destinato a dare i suoi frutti tanto nel breve, quanto nel lungo periodo. Inoltre, migliorare le prestazioni energetiche di un immobile nella classe energetica A non solo ne garantisce un ottimo comfort abitativo ma consente di elevarne anche il valore di vendita.

MediaGroup Solutions: soluzioni innovative ed affidabili in materia di consumi e risparmi energetici

MediaGroup Solutions è una società di consulenza per le aziende nel settore dell’energia elettrica e del gas, operante su tutto il territorio nazionale, in grado di offrire soluzioni sempre innovative ed affidabili in materia di consumi e risparmi energetici grazie alla professionalità e alla completa assistenza fornita dal personale qualificato ed esperto.

Indubbiamente, gli interventi di efficientamento energetico migliorano le prestazioni di un edificio dal punto di vista dei consumi energetici, tuttavia, occorre prendere in considerazione anche altri aspetti: tariffe convenienti, controllo dei consumi e chiarezza del fornitore sono tutti fattori da valutare. Noi di MediaGroup Solutions, garantiamo ai nostri Clienti il confronto delle migliori offerte sul mercato al fine di trovare il servizio più adatto alle loro esigenze, in base ai loro consumi e al prezzo più competitivo.

Per qualsiasi informazione e richiesta non esitare, contattaci, un nostro consulente sarà a tua completa disposizione.

Leave Comment